INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DATI PERSONALI

La presente informativa viene resa, ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679 – Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati personali, in relazione al trattamento dei Suoi dati personali.
Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della riservatezza.

Forniamo quindi le seguenti informazioni:

  1. IDENTITÀ E DATI DI CONTATTO DEL TITOLARE DEL TRATTAMENTO
    Titolare del trattamento è Fondazione Humanitas per la Ricerca, con sede legale in Rozzano (Mi), Via Manzoni n. 113, nella persona del legale rappresentante pro tempore.
  2. DATA PROTECTION OFFICER
    Il Data Protection Officer (DPO) è contattabile via posta elettronica al recapito dataprotectionofficer@humanitas.it
  3. FINALITÀ E BASE GIURIDICA DEL TRATTAMENTO
    Il trattamento dei Suoi dati personali saranno trattati per le seguenti finalità:
    A. raccolta della donazione ed esecuzione delle attività amministrative connesse
    B. invio di comunicazioni a contenuto informativo e promozionale, anche relativo ai progressi delle attività di ricerca ed alle iniziative di prevenzione, culturali ed a scopo benefico.
    Per la finalità di lui alla lett. A, il trattamento dei Suoi dati è necessario per l’esecuzione di un contratto di cui Lei è parte, ai sensi dell’art. 6, comma 1, lett. b), Reg. UE 2016/679, ossia per dar seguito alla richiesta di donazione. Il conferimento dei dati è facoltativo.
    Per la finalità di lui alla lett. B, il trattamento dei dati personali avviene solo previo esplicito consenso, ai sensi dell’art. 6, comma 1, lett. a), Reg. UE 2016/679. È possibile revocare il consenso prestato in qualunque momento, senza che ciò pregiudichi la liceità dei trattamenti già avvenuti. Per tali revoche è possibile scrivere all’indirizzo di posta elettronica privacy@humanitas.it e, per le comunicazioni informative e promozionali, tramite l’opzione “unsubscribe” presente in calce alle email
  1. DESTINATARI E AMBITI DI COMUNICAZIONE DEI DATI PERSONALI
    Il trattamento dei dati avverrà con strumenti informatici da parte del personale dei Titolari del trattamento dati opportunamente autorizzato. E’ escluso qualsiasi diffusione, ma i dati personali potranno essere trattati anche da soggetti terzi in rapporto contrattuale o convenzionale per l’esecuzione e assistenza dei servizi forniti e che operano in qualità di Responsabili del trattamento. Tali attività potranno comportare anche un accesso/trasferimento in paesi di fuori dell’Unione Europea, ma in ogni caso verso Stati per i quali la Commissione Europea abbia espressamente autorizzato il trasferimento con decisione di adeguatezza o verso Stati che abbiano fornito idonee garanzie ai sensi della normativa vigente.
    L’elenco dei Responsabili è a disposizione presso la sedi delle società o scrivendo a privacy@humanitas.it.
  2. PERIODO DI CONSERVAZIONE DEI DATI
    La determinazione del periodo di conservazione dei dati personali risponde al principio di necessità del trattamento.
    Per quanto riguarda la finalità di cui alla lett. A), i dati personali saranno conservati per almeno cinque anni dalla data dell’ultima donazione. Per la finalità di cui alle lett. B) i dati saranno conservati fino a revoca.
  3. DIRITTI DELL’INTERESSATO, MODALITÀ DI ESERCIZIO
    In riferimento ai dati personali trattati per il Servizio descritto, Lei potrà conoscere in qualunque momento i dati che La riguardano, sapere come sono stati acquisiti, verificare se sono esatti, completi, aggiornati e ben custoditi, far valere i diritti a Lei riconosciuti dall’art. 15 e segg. del Regolamento UE 2016/679 (diritto di accesso ai dati, di rettifica o cancellazione degli stessi, diritto di limitazione del trattamento o di opposizione allo stesso, diritto alla portabilità dei dati), scrivendo a privacy@humanitas.it o privacy.humanitas@pec.it
    Qualora ravvisi una violazione di legge nel trattamento dei Suoi dati personali può proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali. Resta comunque salva la possibilità di esperire ricorso davanti all’Autorità giudiziaria competente.