COS’È UN LASCITO TESTAMENTARIO E COME DONARLO

E’ l’atto attraverso il quale lasci a chi vuoi tu i tuoi averi o una parte di essi. Fare un lascito a favore di Fondazione Humanitas per la Ricerca è semplice. Ti basta scrivere le tue volontà, indicare data e luogo e firmare di tuo pugno, senza andare dal notaio (così è un testamento olografo). Se scegli di fare il testamento pubblico, invece, dovrai andare dal notaio.

Leggi nella nostra guida come si redige un testamento solidale


Scopri le storie di chi ha già fatto un lascito

I coniugi Arpini-De Luca, ad esempio, che hanno scelto di darci fiducia perché conoscono il valore dei nostri ricercatori e sanno che in Humanitas i risultati della ricerca arrivano in corsia nel più breve tempo possibile, a beneficio di migliaia di malati.  

Leggi la storia dei coniugi Arpini-De Luca


Perché destinarlo a Fondazione Humanitas per la Ricerca

Perché la Ricerca richiede tempo ma resta l’unica risorsa che abbiamo e dobbiamo sostenerla insieme per costruire oggi i risultati di domani. Perché i nostri 300 ricercatori anche in questo momento stanno lavorando per la salute di tutti, anche la tua. Perché qui la Ricerca è innovazione ed eccellenza, garantita dal nostro Presidente il Professore Alberto Mantovani, il ricercatore italiano attivo in Italia più citato nella letteratura scientifica internazionale.  

Chi siamo e cosa facciamo


Con un lascito testamentario a Fondazione Humanitas per la Ricerca dai vita al futuro


FAQ

Perché è importante fare testamento?

Perché così hai la certezza che i tuoi beni vengano destinati a chi vuoi e a quello in cui credi.

Quando fare testamento?

Quando vuoi: potresti decidere quando acquisti un bene al quale tieni molto, per avere la certezza che in futuro sarà destinato in base alle proprie volontà.

Chi può redigere un testamento?

Tutti, ad esclusione di minori, interdetti per infermità mentale o incapaci di intendere e di volere.

Una persona che per motivi fisici non è in grado di scrivere e/o firmare, può comunque redigere un testamento?

Sì, ma esclusivamente rivolgendosi ad un notaio, che elaborerà un testamento pubblico in presenza di due testimoni.

Per redigere un testamento devo obbligatoriamente consultare un notaio?

No, nel caso tu decida di redigere un testamento olografo non dovrai necessariamente consultare un notaio. L’assistenza di un notaio è comunque sempre consigliata se vuoi avere un supporto qualificato in materia.

Posso fare un lascito anche se non ho un patrimonio cospicuo?

Certo, per fare un lascito non è necessario possedere beni di grande valore; anche un piccolo contributo sarà fondamentale per il progresso della ricerca.

Cosa succede in assenza di eredi?

Se non hai parenti entro il 6° grado, in assenza di testamento, l’intero tuo patrimonio verrà devoluto allo Stato.

I lasciti a sostegno della Fondazione sono soggetti a imposte?

No, non sono soggetti ad alcuna imposta.

Se cambio idea, posso modificare il mio testamento?

Sì, il testamento può essere modificato o revocato in qualsiasi momento.

Sarà tutelata la mia riservatezza?

Sì. Fondazione Humanitas per la Ricerca di impegna a garantire al testatore la massima riservatezza e a fornire tutte le informazioni e i chiarimenti richiesti.